MELAMANGIO RISTORANTE VEGETALIANO

Se hai già visitato il nostro nuovissimo sito internet https://www.melamangiomendrisio.ch/ forse avrai notato questa parola inusuale: "vegetaliano".

Perché abbiamo deciso di utilizzarla?


Fin dall'apertura del ristorante, ormai quasi 2 anni fa, abbiamo ragionato molto sull'utilizzo della parola "vegan", che purtroppo, dopo 76 anni dalla sua ideazione, continua ad essere soggetta a pregiudizi e maldicenza.


La parola vegan è stata ideata nel 1944 da Donald Watson, con la fondazione della vegan society, e nasce dalla contrazione della parola veg(atari)an; ha un significato ben delineato, legato specificatamente all'etica animalista.


Anche se più passa il tempo e più le persone accettano la parola vegan fino quasi a farla diventare di uso comune, per molti ancora è poco digeribile, in quanto molti attivisti, vegani per i diritti degli animali, hanno atteggiamenti violenti e discriminanti nei confronti di chi segue uno stile di vita tradizionale.


Volevamo quindi evitare di utilizzare questa parola, e per molti mesi l'abbiamo totalmente bandita, fino a che non abbiamo ottenuto abbastanza fiducia da parte dei clienti. Eh sì perché un altro pregiudizio riguardo al veganismo (esclusivamente alimentare in questo caso) è che la cucina sia triste e monotona, che richieda numerosi sacrifici e rinunce e che non dia soddisfazione al palato.


Bene, chi è abituato a mangiare da noi sa bene che per fortuna non è sempre così e che il cibo vegetale può dare tantissime soddisfazioni, anche se spesso questo pregiudizio trova fondamento a causa di ristoratori poco preparati, ma questa è un'altra storia.


Gli inglesi fanno una distinzione netta fra vegan (etico animalista) e plant-based (a base vegetale).

Ebbene anche in italiano abbiamo questa distinzione, anche se la parola "vegetaliano", che ha proprio questo significato, è praticamente sconosciuta ai più.



Qualche settimana fa, mentre la nostra gerente Silvia stava progettando il sito ascoltava un'intervista dello chef Davide Maffioli allo chef stellato ticinese Pietro Leemann, a cui è particolarmente legata avendo studiato nella sua accademia a Milano.


Ebbene lo chef Leemann parlava proprio di dare nuova vita alla parola VEGETALIANO, per definire una cucina a base vegetale che sia però adatta a tutti, senza discriminazioni. A Silvia si è accesa una lampadina, era proprio quello che stava cercando, per dare un'identità differenziante al Melamangio.


Da noi sono tutti benvenuti, anzi soprattutto chi non si è mai avvicinato all'alimentazione vegetaliana (quindi a base vegetale). Ridurre o eliminare gli alimenti di origine animale dalla propria alimentazione ha tantissimi vantaggi, non solo appunto per gli animali, ma anche per la salvaguardia del Pianeta e non di meno per la propria salute, ma anche solo per curiosità e per il piacere di mangiare qualcosa di diverso e unico; quindi per noi è di fondamentale importanza fare innamorare sempre più persone della cucina vegetaliana.


Ci abbiamo tenuto a spiegare le nostre motivazioni per rendere più familiare questa parola "nuova" che diventerà caratteristica per definire la nostra cucina unica.


Non vediamo l'ora di tornare a viziarvi con i nostri piatti vegetaliani.



0 visualizzazioni
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram

Orari di apertura

Lun. 12:00 - 15:00

Mar-Sab

12:00-15:00

19:00-22:30*

*La cucina chiude alle 21.30

3a Domenica del mese BRUNCH* 

11:00-14:00

*SOLO SU PRENOTAZIONE,

entro e non oltre

le ore 20:00 del venerdì. 

Il Ristorante Melamangio 100% Veg

sostiene Radioveg.it

 

Ascoltala subito cliccando sull'immagine. 

logo-player.png